Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

Alanotav o baiarèi *

 

001

 

Sabato 14 novembre si è svolta in maniera pacifica e democratica la seconda marcia organizzata a Trento dai Comitati NOTAV del Trentino.
La prima si era svolta  nel 2012.


Nonostante il clima creato ad arte dall'assessore Gilmozzi in collaborazione con alcuni media ( l'informazione ai cittadini poca e contraddittoria, i fatti di Novaline, le decine di poliziotti schierati in tenuta anti sommossa ) la partecipazione è stata superiore alle attese dei quotidiani che da sempre associano i Notav alla violenza.  

 

 

corteo-no-tav-1 n

 

Più di mille cittadini hanno partecipato alla marcia, molti sono anche intervenuti esponendo le proprie idee ad un microfono messo a disposizione di tutti dagli organizzatori.

Il corteo ha attraversato il centro storico della città, passando tra numerosi turisti che l'affollavano, senza incutere timore alcuno. Si è concluso in piazza Duomo dove sono intervenuti anche i rappresentanti dei vari comitati NOTAV provenienti da diverse province del nord Italia in primis dalla Val Susa.

 

 

Padre Alex Zanotelli


Chiara la dichiarazione di Alex Zanotelli:
"Finalmente i trentini si sono svegliati e sono scesi in campo. Piena solidarietà a questo movimento. Bisogna trovare tutte le astuzie per ingarbugliare questo sistema. Abbiamo bisogno di resistenza popolare".

 

Chi volesse ascoltare l'intervista completa vada sul sito dell'associazione Mammenotavmarco. 

 

002

 

Una decina gli alensi, anche volti nuovi.

Risaltava l'assenza di chi, in campagna elettorale, si fregiava del merito di essere contro quest'opera distruttiva: PD alense, 5 stelle alense, La Bussola, La Civica in Comune e Persone Territorio Comunità.

Niente di nuovo sotto il cielo alense.


Mauro Ferone

 

baiarèl, baiarèi    = ciarlone, i                                                           

Commenti   

 
# renato 2015-12-02 17:48
Ringrazio Mauro per la sua relazione sulla manifestazione del 14 u.s., devo però dissentire dal titolo provocatorio e dalla sua spiegazione finale; cerco di spiegarmi:
pur conoscendo i "contrasti politici locali"ed il "disagio" vissuto la mattina dei gazebo, credo ingiustificato sottolineare i distinguo, quando invece è opportuno far convergere tutti sul medesimo obiettivo. Ad Ala, sai meglio di me che ci sono diversi altri contrari al TAV che hanno differenti sensibilità ed operatività. Ritengo quindi ingeneroso accusare le assenze di partito alla manifestazione di Trento. (giustificate per alcune persone)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mauro 2015-12-03 15:09
Ciao Renato, ammiro la tua bontà. Non voglio entrare nei contrasti politici esistenti ad Ala perché non mi competono(non sono più iscritto al PD dal 2014).Voglio invece riprendere un tuo invito rivolto ai rappresentanti di gruppi politici presenti al gazebo ad Ala: " non è che alla manifestazione a Trento del 14 venga solo il Mauro, sarebbe imbarazzante". Poi, poiché non sono notoriamente un buono, ricordo l'invito dell'ex maggioranza in Consiglio Comunale che ha invitato ad acquistare un metro di terreno per "sabotare" il Tav e nei fatti non partecipa attivamente neanche ad una marcia.Della serie " va vanti ti che a mi me vem da rider". Concordo in pieno che i singoli impossibilitati a partecipare sono giustificati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros Brusco 2016-03-19 10:50
E' triste assistere a sentenze inappropriate, da parte di chi si è recato a Trento più con l’intento di verificare se eventuali esponenti di partito o movimenti alensi, fossero presenti alla marcia No Tav con il pretesto di partecipare alla stessa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna