Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

IL BUE CHE DICE CORNUTO ALL’ ASINO

 

Bue Asino

 

Forte di un’esperienza maturata sul tema della gestione dei rifiuti urbani durante i dieci anni come Consigliere in Comprensorio della Vallagarina, ora Comunità di Valle, mi sono sempre reso disponibile con le varie amministrazioni comunali di Ala per migliorare l’attuale sistema della raccolta dei rifiuti.

 

DSC00002 (Copy)

 

Alla precedente amministrazione avevo presentato un “Piano per la raccolta Porta a Porta Spinta e Tariffa puntuale” per migliorare la qualità e la quantità della raccolta differenziata, piano che all’apparenza veniva condiviso ma in realtà  ostacolato. L’unica strategia dell’Amministrazione era stata quella di mettere sotto sorveglianza alcune isole ecologiche con delle telecamere, però mai attivate.

 

DSC00047 (Copy)

 

Ora però, che l’ex assessore all’ambiente abbia presentato un’interrogazione alla nuova  amministrazione chiedendo cosa stesse facendo riguardo il dilagante degrado delle isole ecologiche che non vengono più controllate da anni e che sono diventate discariche a cielo aperto, che nei bidoni per la raccolta differenziata viene gettato di tutto e che manca il controllo e la sanzione dei comportamenti scorretti,  trasforma  la politica locale nella “commedia dell’assurdo”.

 

vedi:  interrogazione n° 15987 del 10/10/2016 

 

“Commedia dell’assurdo” perché ritengo che chi ha amministrato per cinque lunghi anni  la gestione dei temi ambientali, negando a più riprese quello che improvvisamente ora denuncia  affermando addirittura  che “sono anni che … “ e ammettendo quindi  che era così anche prima, si da letteralmente  “la  zappa sui piedi”.

Anche con la nuova Amministrazione mi sono reso disponibile, incontrando l’attuale Assessore competente e, più  volte, un consigliere di maggioranza che si dichiarava interessato alla problematica. Ma poi, dopo i convenevoli, “ci sentiamo”, ti faccio sapere”, il silenzio.

Restando in tema teatrale, risulta assurda anche la risposta  all’interrogazione dell’attuale amministrazione  della serie: “tutto a posto, niente in ordine”, dove si fa presente che le isole ecologiche vengono pulite tutti i giorni, che non è disponibile il dato del volume del materiale di scarto della differenziata, che si sono riscontrate ben 4 violazioni con un incasso di ben 114,40 euro e che nel 2015, invece di incassare 883.564 euro come fatturato, si è incassato 790.745 euro, mancando quindi ben  92.819 euro dal bilancio dei rifiuti che deve chiudere in pareggio.

 Ma la notizia più d’effetto, nella risposta all’interrogazione, è che, grazie solo all’attenzione ed al senso civico dei nostri cittadini la raccolta differenziata ha subito un notevole incremento, si è passati dal misero 67,91% del 2015 al fantasmagorico 76,80% dei primi sette mesi del 2016. Quasi un 9% in più in pochi mesi!

 

vedi: risposta del  Sindaco  del 23/11/ 2016

 

Pensate che nel 2011, 5 anni fa, la raccolta differenziata era pari al 67,72%.

 

La realtà è ben diversa ed è sufficiente confrontare i dati forniti dalla Comunità di Valle della Vallagarina relativi alla raccolta dei rifiuti nel  2015 con quelli del 2016 per vedere che l’aumento della percentuale della differenziata è da accreditare totalmente a due fattori:

 

  • L’apertura del CRM avvenuta a metà dicembre del 2015.
  • L’inserimento nella raccolta differenziata di due nuove tipologie di materiali: gli inerti e la plastica dura.

La Comunità della Vallagarina, per chi è distratto, sotto ogni tabella scrive: 

“Inoltre si evidenzia che in seguito al successivo processo di selezione dei rifiuti ingombranti (legno, metallo, verde e ramaglie), tale quantitativo, prima del suo smaltimento, risulta essere notevolmente ridotto”.

 

vedi TABELLA 2015

vedi TABELLA  2016

 

ATTENZIONE !! Amministratori, quando leggete le tabelle tenete presente di quanto vi comunica la Comunità e  di che cosa vedono i vostri occhi  nei cassonetti della raccolta differenziata. Come ben si può notare c’è una notevole quantità di scarto che va conferito in discarica.

 

ULTIMA NOTIZIA : due assessori mi hanno informato che probabilmente anche il Comune di Ala, dopo Villa Lagarina, Avio e Brentonico, andrà ad una raccolta Porta a Porta spinta, solo il vetro resterà stradale. Spero,  ma con poche speranze, che questa volta ci possa essere un confronto con tutti i cittadini interessati.

 

Mauro Ferone

{jcomments on}