Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

Un "sogno" lungo un anno

 

Quando all'inizio del 2012 si mise in rete il sito web dell'Associazione per la Tutela del Territorio, l'intento era di mettere a disposizione della cittadinanza un "luogo" dove esporre e scambiare idee sulle varie problematiche, sopratutto ambientali, presenti o che si prospettassero per il territorio alense.

 

Contavamo su un  risveglio degli alensi dal consueto "laissez-faire", ben consapevoli che il distacco dei cittadini dalle azioni dell'amministrazione poteva  rappresentare un ostacolo notevole al successo della nostra iniziativa.

 

Il bilancio di un anno di attività è senz'altro positivo, prova ne sono gli accessi al sito dei primi dodici mesi di attività.

 

GRAFICO VISITE

 

Quindi un certo interesse per gli argomenti proposti esiste.

 

L'impressione che traiamo dai numeri è che gli accessi di  "addetti ai lavori"  e amministratori abbiano contribuito non poco al successo della nostra iniziativa.

 

Era quello senza dubbio uno dei "target" che intendevamo raggiungere con l'informazione, ma l'interesse primario rimane tutt'ora il raggiungimento del maggior numero possibile di cittadini.

 

E' da loro che possiamo sperare in un capovolgimento della politica rivolta all'ambiente; addetti ai lavori ed amministratori continuano imperterriti ad ignorare che il mancato rispetto per l'ambiente   - cave, bonifiche agrarie, arredo urbano, tagli indiscriminati dei boschi, mancata valorizzazione dei beni culturali -  porta la qualità di vita dei cittadini, attuali e sopratutto futuri, ad un livello sempre più basso....

 

Potrebbe invece accadere che i profitti di pochi, derivati dal depauperamento del territorio, diventino moneta per molti,  prodotta da un territorio presentabile, da beni culturali rivalutati e fruibili, un invito ad un turismo meno chiassoso e artificiale del breve spot di luglio, ma più continuo e redditizio.

 

Nei nostri articoli abbiamo cercato di evidenziare le problematiche, sollecitandone la soluzione, anche con qualche suggerimento.

Ma si sa, non c'è più sordo di chi non vuol sentire.

 

Non si pretende l'accettazione delle nostre posizioni; sarebbe già una soddisfazione non di poco conto vederle discusse. Ma vorremmo  godere di qualche scampolo di informazione e coinvolgimento dei quali ha diritto la cittadinanza, coerentemente con le promesse  del programma elettorale dell'attuale amministrazione comunale.

 

Purtroppo la situazione si rispecchia fedelmente nell'articolo pubblicato sul sito "CHE INFORMAZIONE? QUALE PARTECIPAZIONE? QUALE COINVOLGIMENTO? ZERO!".

 

E questa incapacità, la non-volontà di coinvolgere nella vita pubblica e sociale gli alensi è forse la massima colpa dell'attuale amministrazione, presentatasi al voto come punto di svolta nel rapporto con i cittadini.

 

A dimostrazione che non sempre la giovane età di chi fa parte dell'amministrazione comunale è necessariamente sinonimo di cambiamento.

 

 

 

la redazione

 

 

La provenienza dei nostri visitatori

 

mappa 1

 

 

 

mappa 2

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna