Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          


imagesPer una gestione innovativa del ciclo dei rifiuti ad ALA


La crisi economica ci ha fatto capire che non si può continuare con modelli di sviluppo basati su un consumo insostenibile di risorse naturali. Per questo la riduzione dei rifiuti alla fonte e il recupero di materiali  può essere una risposta importante che può contribuire a diminuire l'impatto del consumo di materie prime sull'ambiente.

L’Amministrazione  Comunale negli INDIRIZZI GENERALI DI GOVERNO 2010/ 2015  ed anche  nel progetto ALA GREEN  TOWN  evidenzia la propria sensibilità sui temi ambientali  e, nello specifico,   di intervenire per migliorare l’attuale metodo di raccolta.

Ma c'è un elemento che deve ispirare le scelte degli amministratori  per la realizzazione dei progetti di innovazione della modalità di raccolta  ed è quello del coinvolgimento e della partecipazione attiva di tutti i cittadini.

Al riguardo ho elaborato un progetto per migliorare e rendere più etico  l’attuale sistema della raccolta dei rifiuti nel nostro comune. Dopo aver coinvolto la coalizione di maggioranza, che ha condiviso il progetto, ed il Consiglio Comunale, ritengo indispensabile informare i cittadini di Ala.

Chi ha domande, dubbi, proposte  può indirizzarle  all’Associazione Tutela del Territorio con commento all'articolo o alle mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

rifiuti

 

PORTA A PORTA SPINTO E TARIFFA PUNTUALE


RIFERIMENTI NORMATIVI

 Il Decreto Ronchi del 97 considera la prevenzione dei rifiuti come primo passo del processo ed evidenzia l’importanza di accordi di programma fra autorità pubbliche e distribuzione, nonché di comportamenti quotidiani quali bere l’acqua dal rubinetto, il compostaggio individuale, ecc..

L’art.3  dice: “Le autorità competenti adottano, ciascuna nell’ambito delle proprie attribuzioni, iniziative dirette a favorire, in via prioritaria, la prevenzione e la riduzione della produzione e della pericolosità dei rifiuti.”

L’art.6 dice che la raccolta differenziata (R.D.) è “ la raccolta idonea a raggruppare  i rifiuti urbani in frazioni merceologiche omogenee.”

Nel novembre del 2005 la P.A.T. stabiliva in 175 Kg/abitante/anno il rifiuto da avviare allo smaltimento finale che corrispondeva ad una R.D. del 65% da raggiungere  entro il 2008.

Il 29 aprile 2011 il terzo aggiornamento del Piano provinciale di Smaltimento dei Rifiuti fissava al 70%  la R.D. e in 130 Kg/abitante /anno il rifiuto da avviare allo smaltimento finale e l’applicazione della Tariffa Puntuale entro 1 gennaio 2012.

Il sesto programma della Comunità Europea esplicita una nuova strategia che si fonda sul principio  secondo il quale  viene anzitutto privilegiata la prevenzione nella produzione dei rifiuti, seguita dal recupero.

 

Nel corso del 2011 il Comune di Trento ha introdotto il Porta a Porta spinto arrivando ad ottenere in breve tempo un significativo miglioramento della Raccolta Differenziata, una diminuzione dei rifiuti prodotti e   soprattutto una diminuzione significativa di rifiuti  portati in discarica.

  

RACCOLTA DIFFERENZIATA  AD ALA


SAM 0005 800x600Nel 2003, il Comune di Ala passava dalla raccolta a cassonetto stradale ad un sistema misto  cassonetto-porta a porta che tutti noi conosciamo.

Prima della raccolta con il sistema misto i valori della Raccolta Differenziata erano di tipo presuntivo, cioè basato sul numero di abitanti equivalenti e sul numero di svuotamenti effettuati. Nel 2002 la R.D.  risultava del 14%, molto lontano dal 35% previsti dai limiti di riferimento  normativi per il 2003.

Nel 2005, con il sistema misto a regime, Ala raggiungeva una R.D. del 53 % superando il limite minimo previsto del 50%. Questi valori si possono definire più attendibili rispetto ai presunti degli anni precedenti. Solo nel 2009 il comune di Ala raggiungeva un R.D. superiore al 65%  limite previsto dalla P.A.T.

Contenuto medio del cassonetto carta 2010 Kg 28, nel 2007 Kg 28.

Contenuto medio del cassonetto plastica 2010 Kg 20, nel 2007 Kg 17.

Contenuto medio del cassonetto vetro 2010 Kg 136, nel 2007 Kg 191.

 

RACCOLTA DIFFERENZIATA  IN VALLAGARINA

Nel 2009 la Raccolta Differenziata della Comunità della Vallagarina era pari al 63,35%, nel 2010 del 63,48%, nel 2011 del 63,90% nel gennaio 2012 del 62,97%.

 

I dati di questi ultimi anni dimostrano la difficoltà di migliorare il dato della Raccolta Differenziata, anzi attraverso le analisi merceologiche  si registrano un aumento delle materie riciclabili all’interno del rifiuto secco e alla piattaforma di conferimento del multi materiale leggero ( plastica, tetrapak, lattine ) una percentuale elevata di rifiuto secco residuo.


Perché il Porta a porta spinto:

  • Per raggiungere le rese di raccolta previsti dal Piano Provinciale ( 70%).
  • Per responsabilizzare l’utente in quanto la raccolta domiciliare consente di associare il rifiuto al suo conferitore

Infatti, il Porta a Porta spinto prevede che il ritiro di tutte le tipologie di rifiuti avvengano direttamente presso le abitazioni dei cittadini e delle utenze non domestiche, oppure si potranno conferire presso il Centro raccolta Materiali.


SAM 0195 800x450


Vantaggi:

  • eliminazione delle isole ecologiche che sono luoghi di smaltimenti impropri
  • aumento dei posti macchina
  • eliminazione del costo del lavaggio dei cassonetti stradali
  • risparmio sulla manutenzione delle isole ecologiche
  • sgravare i VV UU dai controlli
  • applicazione della tariffa puntuale

 

582Tariffa puntuale

La Tariffa Puntuale si basa sul principio fondamentale della legge Ronchi:

Chi più inquina più paga, infatti, questa tariffa si divide in 2 parti una fissa che copre i costi generali del servizio e viene calcolata in base al numero dei componenti della famiglia e una parte variabile che è calcolata in base al numero degli svuotamenti del bidone del secco non riciclabile. E’ opportuno applicare uno sconto del 30% (minimo)sulla quota variabile a chi fa il compostaggio domestico oppure non addebitargli il costo della raccolta.


Perché è urgente applicare la tariffa puntuale:

In dicembre il governo Monti, nel decreto “Salva Italia” ha introdotto delle novità ne campo dei rifiuti. Questi cambiamenti modificano il criterio del calcolo della tariffa, non applicando  il principio della legge Ronchi, ma tornando ad una mera tassa basata sulla metratura dell’appartamento.

In quel decreto c’è una postilla che ci può permettere di  evitare  il  ritorno al passato:

I comuni più all’avanguardia che hanno realizzato sistemi di misurazione della quantità di rifiuti conferiti potranno applicare una tariffa avente natura corrispettiva.”

applicando il sistema informatico della registrazione degli svuotamenti che è già a regime e si può verificare  andando sul sito della Comunità  della Vallagarina con la propria password.

 

Il Comune di Ala si propone come precursore di un Porta a Porta spinto da attuare gradualmente sul territorio nel 2013 partendo dal centro per poi estenderlo nelle frazioni.



INTERVENTI

-INFORMAZIONE, SENSIBILIZZAZIONE E COINVOLGIMENTO DELLA POPOLAZIONE.

-ELIMINAZIONE PROGRESSIVA DELLE ISOLE ECOLOGICHE.

-PROPENSIONE AL CONFERIMENTO AL CRM DEL RIFIUTO DIFFERENZIATO.

-REGISTRAZIONE CON MICROCIP DEGLI INGRESSI AL CRM PER FUTURI BENEFICI   ECONOMICI.

-SPORTELLO 24/24 PER PANNOLONI ED UMIDO PRESSO CRM.

-INSTALLAZIONE VIDEOCAMERA AL CRM.

-CONFERIMENTO AL CRM DI MATERIALI PULITI DA PARTE DELLE DITTE.

-NUOVO CRM PER ZONA NORD DI ALA.

-SACCHI DA 120 LITRI, PAGATI IN TARIFFA, PER POSSESSORI CHIAVE CALOTTA.

-PAGAMENTO RACCOLTA INGOMBRANTI A CHIAMATA.

-PROGETTI “NO UMIDO” PER LOCALITA’ PERIFERICHE.

-SANZIONI SIGNIFICATIVE PER I RESPONSABILI DI MANCATA SEPARAZIONE E DI ABBANDONO RIFIUTI.

-RIORDINO PUNTI ESPOSIZIONE  SULLA PUBBLICA VIA DEI RIFIUTI.


Queste modifiche sono la normale evoluzione del sistema “Porta a Porta” necessarie per eliminare e risolvere diverse criticità  esistenti nel sistema ed è in linea con quanto contenuto nella Relazione al Bilancio di Previsione della Comunità della Vallagarina e nel nuovo Capitolato Speciale d’Appalto che partirà nei prossimi mesi (pag. 40).

La sola modifica al Capitolato d’Appalto è l’eliminazione dalla pubblica via anche  delle campane del vetro, che viene raccolto per singola utenza,(progetto sperimentale) per eliminare qualsiasi possibilità di conferimento non conforme e/o abbandoni .

 

Mauro Ferone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna