Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

SE QUESTA E' TRASPARENZA!      

    

PARCO RIGHI  - o meglio Pizzini

“Sic stantibus rebus”  ovvero stando così le  cose il Parco Righi,  anche quando sarà acquisito dall'amministrazione comunale non rientrerà nella disponibilità della popolazione di Ala salvo predisporre una convenzione con Il Consiglio d'Istituto della Scuola Media per disciplinarne il godimento pubblico secondo tempi modi e periodi da definire.

Questo uno dei chiarimenti forniti dagli Architetti che curano il progetto del nuovo istituto ma non certo dai responsabili Comunali.

Infatti l'acquisizione del Parco è funzionale per rientrare nei parametri edificatori del nuovo istituto che senza il terreno del Parco non sarebbero conformi.

L'unica alternativa perchè il Parco rientri nel godimento della popolazione di Ala è quella di recuperare spazi verdi dal terreno occupato ora dalla canonica.

 

Una diversa classificazione nel piano urbanistico permetterebbe così di restituire il Parco alla citta'; ovviamente con un ulteriore aggravio di spesa per l'indennizzo dovuto alla Curia per il terreno acquisito.

 

Sono stati due tecnici a fare quella chiarezza  su una acquisto nei confronti del quale  l'amministrazione aveva steso un velo di nebbia.

 

Altra perla: Il Parco Righi o meglio il Parco Pizzini, così la smettiamo di cambiare nomi ai palazzi e ai parchi storici quando cambiano proprietario,  consuetudine tipica di Ala suffragata anche dagli uffici comunali, il parco Pizzini si diceva NON è attualmente tutelato e quindi è in balia di possibili speculazioni . Il pericolo non viene solo dai privati ma da questa desolante amministrazione che si guarda bene dall'inserirlo tra i terreni non edificabili.

 

Un altro scempio come quello della Piscina è in vista? Le possibilità sono molte e la vigilanza  d'obbligo.

Commenti   

 
# Eros 2012-07-10 19:59
Una domanda sorge spontanea: Se su Parco Pizzini non gravassero cinque(5)ipotec he, la scuola media sarebbe stata rifatta ugualmente? Perchè se la mettiamo sul piano antisismico, ricordo che ci sono altri edifici pubblici che non lo sono, scuola elementare compresa. Senza considerare che l'immobile all'interno di Parco Pizzini probabilmente sarà pagato circa tre (3) volte il suo valore! Pensare male si fa peccato certo, ma tutto lascia pensare che tutto giri attorno a Parco Pizzini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Redazione 2012-07-12 21:13
Senza alcuna intenzione di censura del commento, riteniamo utile puntualizzare che, se in un commento si mette tanta carne al fuoco (ipoteche-valor e triplicato), tali punti andrebbero doverosamente spiegati in modo chiaro, argomentato e documentato.
Così si fa informazione.
E' quanto tenta di fare l'Associazione con il sito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros 2012-07-13 07:48
Allora, per quanto riguarda le ipoteche basta fare una visura catastale la quale è pubblica, chiunque la può fare. Per il valore dell'immobile (p.ed.) esistono due perizie di stima fatte da un ufficio preposto della provincia, dove si indicano i valori tabellari di riferimento degli immobili in centro storico. Nella stessa stima i valori attribuiti però, sono circa tre volte quelli di riferimento. Praticamente sono i valori di acquisto di una casa rimessa a nuovo. Se un'area è di interesse pubblico la si può anche espropriare pagandola il suo prezzo e non strapagandola. Insomma sembra la trama di un film già visto con palazzo Taddei.

Con l'occasione ringrazio la redazione per lo spazio messo a disposizione ai cittadini.

Eros Brusco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna