Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

legalita

 

            Quale legalità ?

 

 

 

 

 

 

 

IL 12 luglio scorso ho inviato a tutti i 20 Consiglieri del Comune di Ala una mail informandoli di un articolo consultabile dal 18 luglio 2012  sul sito dell’ associazione Tutela  del Territorio di Ala.

 

 

001a

  

Questo articolo mostra le foto di due bacheche, identiche nella tipologia, posizionate in località parco Perlè. Di una  bacheca in particolare, quella di una associazione , l’altra è del Comune, si chiedeva se fosse stata installata legalmente. 

 

 

   

Nei  successivi articoli, pubblicati sempre sul sito dell’associazione Tutela del Territorio,  si veniva a conoscenza di critiche,  pressioni,  tentativi d’imbonimento subiti dall’autore dell’articolo e di depistaggi e sotterfugi  amministrativi prima di decidere la rimozione della bacheca. Veniva anche indirizzata, il 20 aprile 2013,  una lettera al Segretario Comunale per informalo della faccenda che interessava ovviamente dei dipendenti comunali.

 

Nella stessa mail oltre a porre l’attenzione sui fatti  sopra descritti, chiedevo esplicitamente ai Consiglieri Comunali di Ala quale fosse il loro grado di conoscenza dell’episodio, l’interessamento e l’opinione in merito.

 

Per far conoscere  l’opinione dei nostri Consiglieri Comunali anche ai numerosi lettori del sito dell’Ass. Tutela del Territorio  e a quanti avevano a suo tempo commentato l’articolo denuncia, chiedevo loro di assumere  esplicitamente posizione e d’ inviare le loro mail di risposta al sito dell’Associazione.

 

Infine, proprio in quei giorni usciva sul quotidiano locale L’Adige un articolo che segnalava un presunto abuso edilizio di un Consigliere Comunale in carica.

Questa coincidenza favoriva e stimolava sicuramente la discussione.

 

Invece nulla di tutto ciò. Solo un silenzio tombale, con la sola eccezione  di una mail di un Consigliere  di minoranza che mi comunicava che la sua attività era prevalentemente propositiva e non di controllo.

E il commento  di un altro Consigliere sempre di minoranza che minacciava di dire tutto quello che sapeva nel prossimo Consiglio Comunale.

 

Ma come, quando i casi di dubbia legalità o di sospetta omissione interessano ambienti e personaggi romani o perlomeno non collegabili  minimamente con se stessi, si è in prima linea a sventolare la bandiera della legalità.

Al contrario quando il caso coinvolge attori conosciuti, anche se ci siamo proposti come paladini della legalità,  della trasparenza e del rigore, ci trasformiamo nelle famose tre scimmiette : non vedo, non sento e non parlo.

 

Preso atto del silenzio Istituzionale proviamo a consultare i lettori e la popolazione, così, tanto per capire il grado di sintonia con le Istituzioni.

 

Questa la domanda : “ Secondo voi l'atteggiamento di pressoché totale silenzio dei nostri Amministratori di fronte a siffatti episodi,  come può essere definito?

 

a)  inefficienza

b)  omertà

c)  disonestà

d)  ignoranza

e)  menefreghismo

f)  collusione

 

Si può esprimere un parere (in forma anonima) in  "sondaggio" alla destra della home page  del sito dell’Associazione Tutela del Territorio

 

Mauro Ferone

Commenti   

 
# setti renato 2013-10-08 10:03
alle sei categorie indicate aggiungerei OPPORTUNISMO che si coniuga bene con quieto vivere e scarso impegno. buon lavoro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros Brusco 2013-10-08 13:20
Recentemente ho scritto a un consigliere di minoranza (o presunta tale) invitandolo a presentare una mozione di sfiducia nei confronti del consigliere che ha commesso l'abuso. Mi ha semplicemente risposto che sono diabolico. Poi gli ho replicato ricordandogli di come qualche anno fa lui fosse indignato per un lavoro pubblico che aveva agevolato un suo collega di partito. Nessuna risposta a riguardo. Si sa tra loro non si mordono. Quello che più sbalordisce però, è che si tratta di un giovane promettente appena affacciato al mondo della politica. Gente che di sicuro farà carriera e, a mio giudizio, con una buona dose di perbenismo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Rizzi Luciano 2013-10-09 10:49
Forse con eccessiva insistenza si è focalizzata l'attenzione sull'operato del Governo Comunale (peraltro giustamente) dimenticando i silenzi e le assenze delle Minoranze.
Troppo spesso è venuta a mancare la loro funzione , non necessariamente o non solamente di critica , ma di proposta , di stimolo e perchè no , anche solo di controllo nell' eventualità che le prime dovessero risultare troppo complesse.

Silenzi che avvicinano di molto la distanza tra le rispettive responsabilità.

Sono d' accordo; manca la categoria più rilevante , presumibilmente quella omnicomprensiva ; la sola che più di altre avrebbe potuto tratteggiare molti comportamenti: quella dell' Opportunismo

cordialmente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ferone 2013-10-10 20:33
Per prima cosa voglio rispondere a Massimiliano Baroni, che già il 18 luglio mi chiedeva se s’era mosso qualcuno. No, purtroppo no. Nessuna informazione, neanche confidenziale, mi è giunta da parte dei Consiglieri Comunali alensi. Riguardo il fatto che manca OPPORTUNISMO fra i termini del sondaggio, ho fatto questa valutazione. Al temine opportunismo, sempre più spesso, si da una valenza positiva. Scaltro o opportunista. Sia in campo sportivo (opportunista in area di rigore) ma purtroppo anche in politica. E’bravo chi sa sfruttare e cogliere il momento opportuno per apparire spesso e anche nel sottrarsi alle proprie responsabilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Massimiliano Baroni 2013-10-18 15:08
La giusta valutazione è: opportunismo. Senza offendere nessuno.

In campagna elettorale ... bisogna stare cauti perché ... il "padrone" può cambiare in un giorno e non si sa mai!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros 2013-10-21 11:28
Condivido pienamente il pensiero di Massimiliano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giuseppe Stanca 2013-11-04 08:15
Considerando che Ala è ferma nel tempo, direi "Disattenzione + Menefreghismo" preceduta da un "Magno e Taso". Quelle poche volte che passeggio nel centro storico di Ala e frazioni questa è la sensazione che provo, che siamo amministrati da personaggi fantasma!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mauro 2013-10-26 14:52
Puo sembrare una discussione fine a se stessa, ma non è così. Definire il disinteressarsi dellla legalità un fatto di cautela o di omertà c'è una bella differenza.Se un cittadino viene a conoscenza che,per esempio, un suo vicino di casa costruisce,per esempio, un terrazzo senza autorizzazione,quindi abbusivamente, come si deve comportare? E se questo cittadino è anche stato eletto rappresentante in seno al Consiglio Comunale o addirittura ha pure un incarico amministrativo la sua responsabilità è maggiore?
Non penso che questa distinzione sia una banalità,viste anche le molteplici versioni di legalità che ci vengono propinate dalla politica a livello nazionale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna