Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

LA CICLABILE LUNGO IL TORRENTE ALA

 001a 500x331

Gradevole, piacevole, suggestivo e delizioso.

Queste sono le  sensazioni che offre il nuovo tratto di ciclabile che si snoda lungo il torrente Ala.

 

004a 500x333

 

Per la verità non solamente di pista ciclabile si tratta , ma anche di un tragitto pedonale che pur nella sua brevità offre dei deliziosi scorci di paesaggio fluviale in un'alternanza di cascatelle,  ghiaioni,  di una volutamente incolta vegetazione che  ora nasconde, ora valorizza il percorso del torrente Ala.

 

 

 

002a 500x329

 

 

Dotata di piccole aree per la pausa, di panchine  discretamente defilate, di orti non ancora coltivati ma che ben lasciano immaginare l'attività della prossima primavera, e ancora  ricca di spazi per gli animali, di fontanelle d'acqua, aree  di sosta per un piacevole intermezzo   con il mormorio del torrente e il verde della campagna.

 

 

003a 500x329

 

 

Un percorso che pur nella sua brevità offre, molto più nella sua fase ascendente,  prospettive inedite, immagini  altrimenti nascoste della città, con sullo sfondo  i masi, le pendici del Corno , le piccole Dolomiti. 

 

008a 500x333

 

 

 

 

 

Ovviamente è ben presente anche la bruttura delle più recenti edificazioni che per quanto  rinnovate da tinteggiature mimetiche sono lì ad indicarci la povertà ideativa  di molte delle passate scelte.

 

 

 

009a 500x333

 

 

 

 

 

 

 

 

 004 1a 500x333

 

 

 

 

Un ottimo lavoro curato nel dettaglio, rispettoso del contesto ambientale con il quale si combina mirabilmente, arricchito da cespugli, piante,  aiule, messe a dimora con gusto e riguardo  del tessuto limitrofo.

 

 

 

007a 500x333

             011a 500x316

 

 

010a 500x333

 

Una composizione  di grande pregio, un'offerta per la cittadinanza alla quale viene affidata per un godimento rispettoso dell'impegno e  del lavoro profuso; un'opera che lascia ben sperare  in uno sviluppo armonioso della città, una costruzione per la quale è doveroso dare atto alla precedente amministrazione di aver saputo  superare  la pulsione per le grandi opere, l'enfasi per rivoluzionarie prospettive di sviluppo, la megalomania progettuale  limitata alla chiacchera , il saltabeccare curioso in una miriade di idee tanto grandi quanto fasulle, l'elencazione compulsiva di imperiali progetti destinati al libro dei sogni.

 

 

Insomma di aver saputo operare in modo così sideralmente lontano da quello che il nostro Primo Cittadino lascia intravedere nelle pause tra una vacanza e una apparizione .

Commenti   

 
# Paolo 2012-07-07 19:24
La ciclabile è veramente molto bella. Un lavoro ben fatto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gemma A 2012-07-09 20:12
E' vero. si è dimostrata un'ottima iniziativa per i ciclisti ma anche per le famiglie , i bambini, i possessori di animali, complimenti. speriamo in altre realizzazioni simili
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesca 2012-07-16 09:16
Ringraziamo la Provincia che ha progettato e realizzato il tutto... il Comune (nè vecchie nè nuove amministrazioni) non centra nulla, se non per piccole rifiniture!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ILARIO 2012-08-28 08:51
CARA FRANCESCA NON VOGLIO FAR POLEMICA MA PRIMA DI SCRIVERE COSE NON VERE DOVRESTI INFORMARTI DALLE PERSONE CHE NE ANNO FATTO UNA QUESTIONE DI PRINCIPIO PRIMA COME CITTADINO ALENSE E POI COME ASSESSORE COMUNALE, SE VUOI POSSO INFORMARTI COME E' NATA LA PROPOSTA DEL PARCO FLUVIALE,COSA E'STATO REALIZZATO MA SOPRATUTTO COSA RESTA DA FARE. PS.SONO PASSATO LUNGO IL PERCORSO DOMENICA E HO PRESO UN COLPO QUANDO O VISTO TUTTE LE PIANTE MEZZE MORTE DALLA SICITA'QUESTO DIMOSTRA QUANTA CURA ABBIAMO DELLA NATURA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros 2012-07-16 21:52
Non è proprio così Francesca. Uno di quelli che ha sostenuto il progetto della ciclabile è stato Ilario Cavagna in sintonia con Sergio Scarpiello.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# luciano. 2012-07-16 22:14
caro eros non è un blog. è un luogo per libere opinioni e per esprimere pareri e suggerimenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros 2012-07-17 11:38
Me lo auguro che sia così Luciano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Redazione 2012-07-17 11:56
Il sito vorrebbe ricevere commenti con contenuti di opinioni e suggerimenti; gli eventuali scambi di opinioni non dovrebbero ridursi a semplici battibecchi; in tale caso il commento potrebbe non essere pubblicato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eros 2012-07-17 13:09
Cara redazione, non mi sembra di avere innescato nessun battibecco, anzi ho suggerito un dettaglio che conosco. Credo che il sito sia soprattutto il mezzo per far conoscere le cose come stanno senza entrare in contrasto con nessuno. Naturalmente parlo di cose documentabili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Valentino 2012-07-19 18:04
Cara Redazione
vi scrivo in merito all'articolo riguardante la pista ciclabile costruita lungo il torrente Ala dove si parla anche dell'antica Strada Romana che non si ferma ai Marani ma di lì vi passa per poi continuare verso S. Margherita e Serravalle.
A questo proposito più di una volta mi sono chiesto se fosse fattibile un collegamento con la pista ciclabile Adige all'altezza di Serravalle, proseguendo poi lungo la parte alta della strada, da cui si gode una bella vista su tutta la valle, continuando verso S.Margherita, Marani, Ala, in modo che le persono che visitano la nostra valle scendendo lungo l'Adige e per chi frequenta la ciclabile sa che sono davvero tante, potessero in questo modo visitare anche i nostri paesi, offrendo ovviamente dei servizi tipo bici-grill o assistenza meccanica ecc., una cosa tipo la ciclabile della Val Venosta, invece che passare sulla destra Adige dove non vi si incontra nessuno fino a Pilcante.
Putroppo temo che la scarsa attenzione che questa amministrzione, come del resto anche le precedenti, hanno avuto per la tutela e il recupero paesaggistico, non lascino molto spazio a queste considerazioni e che il tutto trascorra inevitabilmente uguale a sempre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luciano R 2012-08-28 12:48
come estensore dell'articolo mi sento in dovere di rimarcare l'incuria prestata ad una così utile ed interessante opera. Le piante sono, o stanno morendo, perche nessuno si è preso l'incombenza di collegare la manichetta dell'acqua dalla fontanella all'irrigatore, L'impianto era già predisposto. Queste sono le manchevolezze che deprimono. chiedo scusa e un saluto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giancarlo 2013-11-07 14:40
> L'opera è bella e funzionale se fosse solo pedonabile, ma essendo anche ciclabile è molto pericolosa. - Ho notato che le biciclette per la parte in discesa, in direzione del fiume Adige è percorsa da ciclisti a velocità sostenuta e, in corrispondenza del pilastro di una arcata del ponte della SS. 12, non c'è alcuna visibilità. Tale punto, in piena curva a gomito, è pericoloso anche per i soli pedoni, siccome per non sbattere la testa nel pilastro di cemento, devono necessariamente camminare sul lato opposto del percorso. Quel punto cieco non è sicuro per la contemporanea viabilità pedonale e ciclabile, anzi proprio in quella posizione dovrebbe esserci il segnale di STOP e/o di obbligo di passaggio con biciclette a mano. Chissà cosa potrebbe succedere in caso di scontro frontale di due biciclette!
> Per quanto concerne la pulizia del torrente Ala lungo tutto il percorso,l'opera è rimasta incompiuta di almeno il 50%, quindi la paesaggistica fluviale non è delle migliori; considerando che c'erano le ruspe in pochissimi giorni avrebbero potuto completare la rimozione delle piante e sterpaglie per evitare che ricrescano velocemente.
Giancarlo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna