Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

ATT-goccia 449x600LA STORIA DELL' ASSOCIAZIONE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO

 

 

Quando a fine 2005 ci ritrovammo in "cinque gatti" intenzionati a far qualcosa per tentare di risanare quella che per noi era la condizione inacettabile e degradata ambientalmente della zona estrattiva di Pilcante, le certezze su quale fosse la strada da seguire per raggiungere lo scopo erano nulle.

 

Il nome...?....?....Comitato Tutela Territorio.

Già allora eravamo convinti di quanto fosse complicato raggiungere l'obiettivo, consapevoli anche della scarsa o nulla attenzione posta dalle amministrazione al tema, certi che nella prima fase il nostro tentativo potesse avere più probabilità di successo ricorrendo immediatamente ad una pubblica azione di denuncia ben documentata.

 Il tentativo di dialogo con la pubblica amministrazione sarebbe arrivato, probabilmente, come conseguenza.

E così è avvenuto, tra mille difficoltà, mentali e burocratiche, portando comunque l'Associazione di accreditarsi come soggetto  credibile nei confronti dell'amministrazione comunale, fino a partecipare come rappresentante degli interessi del territorio nel gruppo di lavoro costituito dal comune di Ala per la progettazione del nuovo Piano cave del comune.

Nel frattempo,  per poter incidere con cognizione di causa sugli aspetti negativi per il territorio dell'attività estrattiva, intervenendo con il solo mezzo a nostra disposizione, l'informazione pubblica, abbiamo approfondito in maniera completa gli aspetti normativi del settore. Questo impegno nel "rivoltare le carte" ci ha reso ancor più consapevoli della pessima gestione del settore da parte delle amministrazioni, comunale e provinciale che, dal 1970 ad oggi, hanno accettato che l'attività economica delle cave si ponesse sopra alle normative che dovevano  regolare il settore, normative che davano grande importanza alla salvaguardia del territorio.

Una documentazione abbastanza corposa a supporto di questa affermazione è consultabile in questo articolo:

Analisi zona estrattiva di Pilcante.

 

Per mantenere memoria del percorso dell'Associazione, scriviamo questa "cronistoria" di fatti e documenti che, parzialmente, testimonia il percorso fin qui fatto.    

 

 

2005

 

 

Il primo documento rivolto all'opinione pubblica è stato un breve dossier sulla situazione cave e discariche di fine 2005.     

leggi Pilcante. 

 

15 dicembre 2005, incontro con ufficio Minerario della PAT, per tentare di comprendere il groviglio delle competenze in materia estrattiva

 

20 dicembre 2005, otteniamo un primo incontro con l'amministrazione comunale, in particolare con l'assessore all'ambiente Cavagna Ilario.

Il documento

 

21 dicembre 2005, incontro con il consigliere provinciale Cristano De Eccher, alla ricerca di interessamento per la precaria situazione della zona estrattiva di Pilcante da parte del consiglio provinciale

 

 

2006

 

 

16 gennaio 2006, formalizziamo con lettera all'amm.ne comunale le richieste illustrate nell'incontro del 20 dicembre con l'assessore.         

lettera amm.ne comunale   

 

accompagnata dalla prima delle varie richieste di copie di documenti.    

documenti richiesti comune

 

5 gennaio 2006, un primo elenco di documenti che permetteranno di affrontare la situazione cave e discariche con metodo

 

16 gennaio 2006,lettera al comune di Ala

 

19 gennaio 2006, invito a tutto il consiglio comunale, accompagnato da relazione sulla situazione cave a Pilcante, per la serata "Cave a Pilcante", prevista per il 27 gennaio 2006.  

relazione  per giunta comunale

volantino invito serata 27 gennaio

 

27 gennaio 2006 la serata "Cave a Pilcante"      

parte 1   parte 2   parte 3    parte 4

 

29 gennaio 2006, articolo su serata         

 

 
30 gennaio 2006, interrogazione Trainotti Angelo con richiesta della motivazione per la quale non si concedono i documenti richiesti dal Comitato
 

2 febbraio 2006, articolo su serata      

 

2 febbraio 2006, la Guardia di Finanza sequestra copertoni al kartodromo   

 

5 febbraio 2006, a seguito del sequestro di copertoni effettuato dalla Guardia di Finanza al kartodromo, il Comitato emette un comunicato stampa......          

 

6 febbraio 2006, invito all'amm.ne comunale per serata "Cave a Pilcante" che si terrà ad Ala il 10 febbraio 2006 lettera invito a serata 10-02-06

 

7 febbraio 2006, il Trentino da voce al comunicato del 5 febbraio           

 

7 febbraio 2006, anche l'Adige sul comunicato                     

 

9 febbraio 2006, i NOE sequestrano la discarica ai Pereri           

 

10 febbraio 2006,   su sequestro discarica   e ancora, l'articolo de   

 

 

10 febbraio 2006, volantino di invito alla serata "Cave a Pilcante"         

 

12 febbraio 2006, comunicato dopo la serata del 10 febbraio

 

15 febbraio 2006, Rizzi Luciano interviene su   

 

16 febbraio 2006, su nostra richiesta, riceviamo dal comune di Ala la documentazione riguardante lo scarico di inerti non conformi in cava a Neravalle                 

vedi lettera comune di Ala  

segue il parere in merito dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari

vedi parere

e l'odinanza di sgombero delle terre

ordinanza del comune di Ala

 

19 febbraio 2006, intervento di "Azione Giovani" su 

 

27 febbraio 2006, risposta interlocutoria dell'amm.ne comunale di Ala alla nostra richiesta di documenti del 19 gennaio 2006, quali sono le motivazioni?

 

1 marzo 2006, il sindaco risponde all'interrogazione del 30 gennaio di Trainotti Angelo

 

3 marzo 2006, volantino di invito alla serata pubblica a Pilcante, questi gli articoli de  e de  

 

9 marzo 2006, dopo la richiesta del 27 febbraio, forniamo all'amm.ne comunale le motivazioni per la richiesta di documenti

 

9 marzo 2006, il consigliere provinciale Cristano De Eccher, su nostra richiesta, presenta nel consiglio provinciale un'interrogazione sui pozzi piezometrici scomparsi dalle discariche comprensoriali Casarino e Neravalle

 

15 marzo 2006, riceviamo dal comune di Ala copia dei documenti richiesti il 19 gennaio

 

17 marzo 2006, l'Adige pubblica un articolo sulla "strategia" del Comitato Tutela Territorio

 

20 marzo 2006, l'amm.ne comunale ci richiede copia dell'atto costitutivo del Comitato

 

22 marzo 2006, il Comitato distribuisce ad alcuni consiglieri comunali un fascicolo riepilogativo che fa il punto sulla situazione della zona estrattiva di Pilcante e sulle iniziative del Comitato

 

28 marzo 2006, invio di email a Servizio Minerario,    comune di Ala,    NOE Carabinieri per irregolarità evidenti e ripetute nella cava Rizzi al Chiesurone

 

3 aprile 2006, il consigliere provinciale Roberto Bombarda si sta attivando per affrontare la situazione di Pilcante

 

4 aprile 2006, Bombarda presenta una interrogazione in consiglio provinciale

 

6 aprile 2006, il comune di Ala emette ordinanza di bonifica per la discarica di pneumatici loc.Pereri

 

6 aprile 2006,il Comitato chiede un'audizione presso la 2a Commissione provinciale che sta esaminando i disegni di legge per la nuova regolamentazione delle aree estrattive in Trentino

 

7 aprile 2006, abbiamo un incontro con l'assessore all'ambiente Cavagna Ilario. A seguito dell'incontro traiamo alcune conclusioni

 

12 aprile 2006, incontro in municipio con sindaco, segretario comunale, ing. Castelli per discutere la situazione delle cave e della discariche

 

21 aprile 2006, invito ad audizione presso la 2a Commissione provinciale

 

27 aprile 2006, invio di email a Roberto Bombarda con suggerimenti per la mozione che presenterà in consiglio provinciale

 

28 aprile 2006, Roberto Bombarda ci fa pervenire la bozza della proposta di mozione

 

28 aprile 2006, in risposta alla lettera del 20 marzo del comune di Ala, il Comitato dichiara le motivazioni per le quali si è costituito

 

28 aprile 2006, lettera al comune di Ala con sollecito documentazione ancora mancante

 

4 maggio 2006, l'assessore Cavagna Ilario ci consegna copia del documento "Proposta nuova discarica" della ditta Cave di Pilcante 

 

4 maggio 2006, Roberto Bombarda presenta il consiglio provinciale la proposta di mozione su Pilcante

 

4 maggio 2006, il Comitato presenta ed illustra alla 2a Commissione provinciale un documento sullo stato della zona estrattiva di Pilcante.

 

Comunicati stampa della PAT:  a)elenco partecipanti alle consultazioni - b) resoconto consultazioni

 

4 maggio 2006, inviamo a Cristano De Eccher la documentazione riguardante il terreno inquinato proveniente dalla A22 e depositato in cava Pasqualini a Neravalle

 

5 maggio 2006, articolo su  su proposta di mozione presentata da Bombarda

 

10 maggio 2006, si richiedono ulteriori documenti al comune di Ala

 

10 maggio 2006, alla proposta dell'assessore Cavagna Ilario per un incontro in municipio, avente tema la proposta della costruzione di una nuova discarica presentata dalla ditta Cave di Pilcante, il Comitato risponde positivamente

 

10 maggio 2006, su richiesta del comune di Ala, forniamo l'elenco dei componenti il Comitato

 

11 maggio 2006, richiesta di documentazione rivolta all'amm.ne comunale

 

23 maggio 2006, il comune di Ala ci comunica la disponibilità per una riunione a tema la proposta di nuova discarica

 

31 maggio 2006, il Comitato Tutela Territorio si costituisce in associazione: Associazione per la Tutela del Territorio di Ala   con   Statuto

 

1 giugno 2006, comunicazione al comune di Ala di costituzione dell'Associazione con consegna di copie dell'atto costitutivo 

 

6 giugno 2006, lettera all'amm.ne comunale ed al consiglio comunale in merito alla proposta di nuova discarica

 

9 giugno 2006, ricorso al TAR contro l'ordinanza di bonifica della discarica loc.Pereri,da parte dei soggetti destinatari dell'ordinanza

 

9 giugno 2006, l'Associazione emette un comunicato stampa per l'Adige, il Trentino e Radio Dolomiti in merito alla proposta di nuova discarica

 

9 giugno 2006, l'Associazione incontra i consiglieri comunali di opposizione per illustrare il suo punto di vista sulla proposta discarica

 

10 giugno 2006, i quotidiani affrontano il tema discarica       

 

11 giugno 2006, Radio Dolomiti concede una breve intervista all'Associazione   &autostart=1&autoreplay=0&showtime=1" />

 

12 giugno 2006, alcuni consiglieri comunali censurano i comportamenti di sindaco e presidente del consiglio in merito ai comportamenti tenuti nella fase preparatoria del consiglio comunale riferito alla proposta di discarica

 

12 giugno 2006, volantino di invito ai cittadini a partecipare alla manifestazione davanti al municipio

 

12 giugno 2006, giorno dell'incontro in municipio per la proposta discarica. L'amm.ne decide di mantenere chiusa al pubblico la sala consigliare. Saranno presenti il consiglio comunale, i proponenti la discarica ed il servizio discariche della PAT. Quindi l'Associazione rimane esclusa. Si organizza davanti al municipio una manifestazione con cartelli, presenti c.a. trenta cittadini. In breve tempo il sindaco decide di aprire la riunione a tutti.

 

12 giugno 2006, dai giornali "cave Pilcante, consiglio a porte chiuse" 

 

13 giugno 2006, l'Adige riporta la notizia della manifestazione davanti al municipio    

 

16 giugno 2006, replica del sindaco alla manifestazione 

 

22 giugno 2006, volantino di invito alla serata di informazione a Pilcante

 

12 luglio 2006, il comune di Ala si costituisce in giudizio nel ricorso presentato al TAR dagli interessati dall'ordinanza del 6 aprile 2006, avente per oggetto la bonifica della discarica in loc.Pereri

 

20 luglio 2006, sentenza del TAR favorevole al comune di Ala, in merito al ricorso contro l'ordinanza per  la bonifica della discarica in loc.Pereri

 

19 settembre 2006, deposito dello statuto dell' Associazione presso l'amm.ne comunale

 

5 ottobre 2006, il consigliere provinciale Pinter deposita una proposta di Ordine del Giorno in merito alla situazione di Pilcante. L'OdG sarà poi approvato all'unanimità dal consiglio provinciale.

 

10 ottobre 2006, il consigliere provinciale Bombarda deposita una proposta di Ordine del Giorno in merito alla situazione di Pilcante. L'OdG sarà poi approvato all'unanimità dal consiglio provinciale.

 


 

Con l'accantonamento (definitivo??) della proposta di discarica presentata dalla ditta Cave di Pilcante, si concludono sei mesi di intensa attività per l'Associazione.

Ora rimane da affrontare il rinnovo del PCPA, Piano Comunale Pluriennale Attuativo, il piano cave del comune di Ala, inscadenza il 31 dicembre 2006.

Succede che, forse per riconosciuta competenza dell'Associazione, forse per un calcolo di opportunità  dell'amministrazione, a fine 2006 l'amm.ne comunale decide la formazione di un gruppo di lavoro che supporti il tecnico incaricato della nuova progettazione.

Sarà un impegno che si protrarrà fino a luglio 2009, data della decima ed ultima riunione del gruppo di lavoro.

Il progetto "definitivo" sarà depositato alla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il 30 marzo 2010. 

Tempi tutt'altro che brevi, anche considerando che ad oggi il progetto è ancora fermo al VIA.

Tempi tanto dilatati hanno portato il consiglio comunale a concedere per cinque volte la proroga alle autorizzazioni estrattive. Anche a quelle che da anni dovevano essere sospese per esaurimento del materiale, e conseguentemente obbligate dalle normative al ripristino a fine agricolo dei crateri di scavo.

 

Ma procediamo per gradi, cercando di illustrare nel migliore dei modi le vicende che hanno segnato i due anni e più dedicati al progetto del nuovo piano cave.

 

 

11 ottobre 2006, l'amministrazione comunale affida l'incarico di progettare il nuovo PCPA al dott.geol.Lorenzo Cadrobbi, casualmente progettista del vecchio e fallimentare piano cave del 1989.
 
 
 
2 novembre 2006, si chiede all'amm.ne comunale accesso alla consultazione di documenti
 
6 dicembre 2006, richiesta di documentazione rivolta all'amm.ne comunale
 
12 dicembre 2006, l'Associazione chiede all'amm.ne comunale di non concedere proroga allo scavo per le cave esaurite.
 
14 dicembre 2006, la giunta comunale delibera la costituzione del gruppo di lavoro per il nuovo PCPA. I componenti: Sindaco o assessore delegato (Tomasoni Matteo) con funzioni di presidente, presidente commissione consiliare Territorio e Ambiente (Ambrosi Massimo), rappresentanti del Servizio Minerario della PAT (Filz Carlo-Selva Luciano), rappresentante dei gestori delle cave (Bertolini Mario), rappresentante dell'Associazione Tutela del Territorio (Cavagna Marcello),progettista incaricato (Cadrobbi Lorenzo), responsabile del servizio tecnico urbanistico (Marasca Mauro).
 
18 dicembre 2006, prima riunione del gruppo di lavoro.
 
21 dicembre 2006, l'amm.ne comunale concede la prima di cinque proroghe alle autorizzazioni estrattive, anche a quelle esaurite.
 
27 dicembre 2006, Impegno Civile per Ala e Frazioni presenta opposizione avverso alla delibera che concede la proroga.
 
 
2007
 
 
11 gennaio 2007, articolo-intervista all'assessore Tomasoni Matteo su cave e gruppo di lavoro  
 
13 gennaio 2007, comunicato dell'Associazione in merito a cave e gruppo di lavoro.
 
12 febbraio 2007, si chiede all'amm.ne comunale di vietare ai veicoli a motore il transito su strada comunale in loc. Maia, nel periodo invernale
 
1 marzo 2007, seconda riunione del gruppo di lavoro. L'Associazione presenta un documento di denuncia.
 
17 maggio 2007, si chiede un incontro tra amm.ne e cittadini di Pilcante
 
31 maggio 2007, lettera dell'Associazione all'amm.ne comunale per esprimere il disaccordo dissociandosi dal metodo con cui si affronta il tema "cave" all'interno del gruppo di lavoro.
 
5 dicembre 2007, il comune di Ala si costituisce in giudizio nel ricorso presentato al Consiglio di Stato dagli interessati dall'ordinanza del 6 aprile 2006, avente per oggetto la bonifica della discarica in loc.Pereri, dopo che il 20 luglio 2006 il TAR aveva ritenuta corretta l'ordinanza.
Ad oggi non sappiamo se il Consiglio di Stato abbia sentenziato in merito.
 
 
 
2008
 
 
 
11 gennaio 2008, l'Associazione promuove presso la Cassa Rurale Bassa Vallagarina,una serata per illustrare i progetti per riqualificare l'area ex-cartierina.
 
18 gennaio 2008, l'Associazione illustra in una serata presso la ex-scuola di Pilcante, quali sono le prospettive per la zona estrattiva emerse dalle varie riunioni del gruppo di lavoro.
 
7 febbraio 2008l'Associazione promuove presso la Cassa Rurale Bassa Vallagarina,una serata per illustrare i progetti per l'alta velocità. E' la prima di una serie di 13 iniziative analoghe che si svolgeranno dentro e fuori del comune di Ala, fino a novembre 2009.
 
17 marzo 2008, serata d'informazione sull'alta velocità presso il teatro di Serravalle.
 
aprile 2008,serata d'informazione sull'alta velocità ad Avio.
 
 
 
2009
 
 
 
22 gennaio 2009, l'Associazione presenta formale richiesta all'amm.ne comunale, per un intervento atto ad evitare un possibile futuro inquinamento della falda acquifera nella zona estrattiva. Sono 15 i documenti allegati, a supporto della richiesta.
 
20 maggio 2009serata d'informazione sull'alta velocità presso l'auditorium della Cassa Rurale Bassa Vallagarina.
 
 
29 maggio 2009serata d'informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti presso l'auditorium della Cassa Rurale Bassa Vallagarina.
 

 

10 luglio 2009serata d'informazione sull'alta velocità presso l'auditorium della Cassa Rurale Bassa Vallagarina.

 

14 luglio 2009serata d'informazione sull'alta velocità a Chizzola.

 

17 luglio 2009serata d'informazione sull'alta velocità a Marani.

 

30 luglio 2009, serata d'informazione sull'alta velocità a S.Margherita.

 

1 ottobre 2009, l'Associazione ripresenta la richiesta di intervento atto ad evitare un possibile futuro inquinamento della falda acquifera nella zona estrattiva. Fino ad ora risposte zero.

 

5 novembre 2009serata d'informazione sull'alta velocità a Besenello

 

11 novembre 2009, serata d'informazione sull'alta velocità presso l'auditorium della Cassa Rurale Bassa Vallagarina.

 

12 novembre 2009serata d'informazione sull'alta velocità a Marco

 

14 novembre 2009, pomeriggio di filmati sull'alta velocità presso l'auditorium della Cassa Rurale Bassa Vallagarina.

 

27 novembre 2009, l'Associazione è invitata dalla Presidenza del Consiglio Provinciale alla conferenza di informazione sulla linea ad alta capacità/velocità del Brennero che si terrà a Trento

 

 

2010

 

 

30 marzo 2010, il progetto del nuovo PCPA viene depositato al VIA, quindi tre anni e tre mesi di "progettazione"!

 

22 giugno 2010, il procedimento al VIA viene sospeso in attesa di ulteriori integrazioni tecniche.

 

 

2011

 

 

18 gennaio 2011, presso la sede del PD di Ala per illustrare il progetto del nuovo PCPA

 

marzo 2011, l'Associazione per la terza volta ripresenta la richiesta di intervento atto ad evitare un possibile futuro inquinamento della falda acquifera nella zona estrattiva. E' cambiata l'amministrazione ma l'interessamento sembra sempre lo stesso. Fino ad ora risposte zero.

 

22 aprile 2011, si riavvia l'istruttoria al VIA dopo il deposito delle integrazioni.Sono trascorsi 10 mesi dalla richiesta di integrazioni!!

 

5 maggio 2011, nulla si muove in riferimento al nuovo piano cave, quindi commentiamo la situazione nella bacheca dell'Associazione

 

28 dicembre 2011, il consiglio comunale concede la quinta proroga alle autorizzazioni estrattive. Da parte dell'amministrazione comunale non c'è alcun segnale che faccia pensare ad un suo serio impegno sul nuovo piano cave, ancor più manca la purchè minima informazione alla cittadinanza.    Chi ha votato le 5 proroghe.

 

 

2012

 

 

12 gennaio 2012, intervento di Angelo Trainotti su l'Adige in merito all'ennesima proroga concessa ai cavatori 

 

18 gennaio 2012, intervento di Cavagna Marcello sul Trentino in merito all'ennesima proroga. 

 

20 gennaio 2012, dopo le richieste di intervento presentate al comune di Ala il 22 gennaio 2009, l'1 ottobre 2009 e nel marzo 2011, richieste evidentemente non meritevoli di attenzione, si presenta un esposto alla Procura della Repubblica di Rovereto in merito al possibile inquinamento della falda nell'area estrattiva di Pilcante

 

21 gennaio 2012, in merito alle proroghe concesse, interviene il PD alense  

 

25 gennaio 2012, l'Associazione interviene in merito all'articolo delPD datato 21 gennaio 2012  

 

22 febbraio 2012  lettera al sindaco di Ala sulla situazione del nuovo piano cave

 

14 aprile 2012    l'Associazione lancia il proprio sito web

 

18 aprile 2012   serata NO TAV presso l'auditorioum della Cassa Rurale di Ala

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna