Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

taglio piante Soccorso Al pino !

 

 

 

 

   

 

Ad Ala lo spazio si trova, sempre, eliminando le ingombranti piante.

Trovando la razionale giustificazione ad hoc.   Malate, pericolanti, troppa ombra, sporcano.....

 

Questa volta si dovevano sistemare i mezzi della Protezione Civile gestiti dal Soccorso Alpino della sezione Cai-Sat di Ala.

 

Operazione rapida, senza pericolo di contestazioni.

  

Nemmeno all'interno dell'Associazione che del rispetto della montagna e dell'ambiente sembra fare una bandiera?

Bandiera da sventolare in difesa di grandi principi, non tenendo conto degli ormai ripetuti interventi di taglio nell'area urbana, esbosco, rapina a scopo agricolo del bosco, ecc. che si moltiplicano nel territorio alense?

 

Evidentemente non c'è rimedio ormai alla mentalità che trova normale collocare un'automobile al posto d'una pianta, forse nemmeno in chi vanta un notevole pedigree in  difesa dell'ambiente. 

 

1

   IMG 3757 800x600

 

 

 

 

 

 

              Prima dei tagli                                                                         Dopo i tagli

 

IMG 3758 800x600

   IMG 3759 800x600

 

 

 

 

 

 

 

2012-11-13 10.15.18 800x600   2012-11-13 10.15.28 800x600

 

 

 

 

 

 

 

  

2012-11-13 10.15.39 800x600

2012-11-13 10.15.46 800x600

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Commenti

 
# Armando 2012-11-14 13:27
Nel 2009 la precedente amministrazione deliberò una variazione del Piano Urbanistico per consentire la realizzazione di un posteggio interrato per i mezzi della Protezione Civile e della Stella d'Oro. Nel 2012 viene concessa l'autorizzazione da parte di questa amministrazione e fin qui tutto bene.

Ma chi ha autorizzato e disciplinato l'apertura del cantiere? Perchè tale è l'abbattimento delle piante, Un intervento lavorativo derivante dalla concessione. Tutto questo per dire? Dove è finito il legname delle piante abbattute? venduto e il ricavato assegnato alle onorevoli associazioni ? Consegnato al Cantiere Comunale ? Versato il corrispettivo al Comune? Sottoporremo questi interrogativi ai responsabili Comunali e magari una risposta potremmo ottenerla, Tanto per dare a Cesare i meriti di Cesare e liberarci anche dal dubbio di possibili piccole piccinerie speculative e dare a Cesare i meriti indubbi e doverosi. Nulla di più .
 
 
# Nessuno 2012-11-14 22:21
Intanto: Armando quanto buon tempo hai???
Poi...prova a guardare adesso dove sono collocati i mezzi del Soccorso Alpino e della Stella d'oro!!!garage privati-all'aperto ecc...quando è da 7 anni che si aspetta un cavolo di parcheggio!!Parcheggio che finalmente è stato approvato su dei progetti ben specifici che prevedevano l'abbattimento di quelle piante!!!Quindi prima di parlare informatevi!!E poi si parla di mezzi che servono alla comunità e che penso meritino un posto al coperto almeno!!Non auguro a nessuno di trovarsi nella situazione in cui servano soccorsi immediati e magari la macchina non parte perchè è parcheggiata all'aperto!!!
 
 
# Redazione 2012-11-15 08:41
L'articolo non contesta la necessità di una collocazione idonea dei mezzi, rimarca, e non dovrebbe esserci la necessità di spiegazioni ulteriori, che si dovrebbero ricercare soluzioni alternative a quelle che richiedono il continuo abbattimento di piante nell'ambiente cittadino. Quelle soluzioni che anche la Sat dovrebbe richiedere.
 
 
# Gianni 2012-11-15 12:23
Cortese Redazione, devo intervenire in quanto a Sat viene chiamata in causa nella vostra ultima precisazione; spero che non abbiate confuso la Sat con il Soccorso Alpino in quanto si tratta di 2 associazioni distinte con peculiarità molto diverse, l'una è un associazione ultracentenaria e vi rimando al nostro sito www.satala.it per ulteriori dettagli, l'altra è un associazione inquadrata all'interno della Protezione civile della PAT; se invece non si tratta di confusione ritengo di poter affermare a nome del consiglio della ns. associazione che la Sat decide autonomamente come e dove intervenire in base alle proprie considerazioni.
Cordiali saluti
Il Presidente della sezione Sat di Ala
Gianni Debiasi
 
 
# Redazione 2012-11-15 17:46
Prendiamo atto, doverosamente, della precisazione del Presidente della Sat in merito alla distinzione tra Soccorso Alpino e Sat di Ala.
La correlazione non era una chiamata a correo anche perché tutto rientra correttamente nella procedura per la creazione della rimessa sotterranea.
E' da considerare un appello alla tradizione anche ambientalista della società riconoscendo la grande valenza, non solo morale, del sodalizio.
Di fatto il desiderio di veder coinvolta la società sul tema dell'ambiente Vallivo e cittadino.
La società alpinistica potrebbe con la sua voce esercitare su questo una funzione determinante.
A questa associazione, anche se ormai tardivamente, sta a cuore anche accertare le eventuali difformità in merito alla destinazione del legname recuperato dal taglio.
 
 
# Armando 2012-11-15 17:49
La facoltà di discriminare tra tempo e buon tempo sottende una certa dose di arroganza in quanto il "Buontempo" è sempre rivolto all'interlocutore. Una valutazione quindi semplicistica nella premessa ma e questo certamente per una incompleta manifestazione del pensiero da parte mia.
I fatti e gli antefatti sono noti e le motivazioni sono condivisibili, Certamente una corretta esecuzione dei lavori con l'apposizione di una cartellonistica che spiegasse a il perchè e il come , come la normativa prevede per l'apertura dei cantieri ancor più se pubblici , avrebbe certamente evitato alcuni equivoci, Non sono i meriti ad essere messi in discussione ma eventualmente i diritti di chi vede e chiede. A proposito della richiesta , come chiede la redazione, dove è finito il legname e chi ha provveduto al taglio? cordialmente
 
 
# alpino 2012-11-17 15:01
mi sembrate prevenuti nei confronti di questa amministrazione addebitando anche responsabilità della passata gestione. non va mai bene niente se non quello che proponete voi: il mercato, la malga dei cacciatori, la sede del cai ecc...qualcosa di buono lo avranno fatto? se si....aspettiamo di leggerlo
 

Commenti chiusi