Testo fisso

 Per la politica dell'ambiente                                   Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso! Guevara                                          

riunione genitori

CHE INFORMAZIONE ?  QUANTA  PARTECIPAZIONE ?

QUALE  COINVOLGIMENTO?

ZERO!

 

 

Venerdì 22 febbraio, alle 20 e 30, mi sono recato in sala Zendri.

 

Il Comune di Ala aveva organizzato una serata informativa dal titolo accattivante: “ Risparmiare risorse per risparmiare energia”, sottotitolo: serata informativa sulla raccolta differenziata.

 

Strano, ho pensato, che l’amministrazione  abbia accorpato due temi così singolarmente complessi quando sarebbe stato più utile ed opportuno  un approfondimento distinto.

 

In realtà ,  il connubio tra le  due tematiche , risorse ed energia , è risultato irrilevante e incompleto come  la partecipazione  della popolazione all’incontro;  i soliti 4 gatti, interessati  e comunque attenti alle tematiche ambientali.

 

Presenziava  l’ Assessore all’ Ambiente Luca Zomer è poiché non conosco il livello di responsabilità degli altri relatori nell’organizzare tale deludente serata, evito di nominarli.

 

A parte le solite banali informazioni sulla separazione dei rifiuti, peraltro esposte  in maniera poco chiara e ancor meno  convincente,  preme sottolineare le informazioni e le scelte contraddittorie comunicate quella sera.

 

Si esordisce elogiando i cittadini alensi, esclusi i pochi incivili, per  l' alto livello di raccolta differenziata raggiunto nel 2012 - pari al 68%   - per   asserire poi  che nella  plastica raccolta negli ultimi 3 mesi si è registrata la presenza del 50% di scarto,   che dovrà essere smaltito in discarica con un conseguente   aumento della tariffa per i  cittadini.

 

La persistenza di questi comportamenti scorretti, ( ma non erano pochi? ) costringerà l'Amministrazione a monitorare le  isole ecologiche più problematiche con delle telecamere. Queste  più le 2  previste per i parchi, comporteranno un onere di  35.000 €  cui agiungere  i costi di gestione annuale.

 

Contraddittoria  è  anche la scelta di spendere 12.000 € per sistemare alcune isole ecologiche. Questo contributo chiesto alla Comunità di Valle è  concesso per evitare il Porta a Porta spinto, sistema questo utile per ridurre i costi al cittadino e  che è stato previsto e più volte sollecitato dalla coalizione che sostiene la Giunta.

 

La conclusione dei lavori del Centro Recupero Materiali in località Cerè, avrebbe dovuto comportare la progressiva eliminazione delle isole ecologiche e rendere quindi superfluo il loro monitoraggio televisivo.

In realtà agli oneri per la gestione del Centro di Recupero materiale andranno a sommarsi gli oneri per la Vigilanza !!!!

 

Anche l’annuncio dell’Assessore Zomer dell’aumento di un misero 5% dell’incentivo per chi attua il compostaggio domestico non incontra la richiesta della coalizione, la quale prevedeva un incentivo almeno del 30%.

 

Nulle o scarse le informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori del  costruendo Centro Raccolta Materiali e sul passaggio da Tariffa Puntuale a Tassa avvenuto dal 1 gennaio 2013 . (La tanto contestata TARES).

 

Insomma una serata con poca partecipazione e coinvolgimento ma molta improvvisazione  superficialità e presunzione.

 

Una pronta verifica alle mie impressioni  si è avuta  al  Consiglio Comunale del 26 marzo  nella cui seduta si presentava il Bilancio di previsione del 2013 comprensivo del Bilancio Pluriennale 2013/2015.

Documenti questi che definiscono e esplicitano  chiaramente le scelte politiche di questa Amministrazione per i prossimi 3 anni, sino  cioè alla conclusione  della legislatura.

 

Alla lettura di questo importante documento per il futuro della nostra comunità eravamo presenti  in 2. Nessun Presidente di Consulta, nessun portatore d’interessi, nessun altro semplice cittadino.

 

Se questo è il risultato  del tanto auspicato  ricambio nella politica alense, devo ammettere amaramente che il progetto per ora è fallito.

 

Mauro Ferone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna